Il tuo Diario di Viaggio - Ludomentis

Si ritorna all’adolescenza, o forse no.

Personalmente se mi avessero proposto tempo fa di scrivere su un diario, mi sarebbe subito venuto in mente il periodo della mia adolescenza, dove tra un litigio ed un cotta, mi fiondavo subito sul mio diario a scrivere le mie emozioni. Sicuramente ti sarà venuto in mente qualche momento della tua vita dove avevi un diario segreto sigillato con il lucchetto, o magari non tuo ma di qualche compagno o parente. Ebbene sì, oggi parleremo del perché avere un diario sia importante, i benefici che questo può comportare e proveremo ad individuare qualche consiglio d’uso.

 

La consapevolezza che hai scrivendo sul diario

Dai primi momenti in cui ho iniziato a scrivere sul mio diario, mi sono accorto di essere molto più consapevole dei miei pensieri e di quanto molte volte io possa cambiare idea su qualcosa o su qualcuno, di come le mie emozioni possano guidarmi la giornata e di come i pensieri giusti me la migliorino. Avendo sempre mille idee in testa e quindi pervaso da molte riflessioni sin da subito mi sono accorto che lo scrivere tutto ciò che mi pare su un foglio mi permette di scaricare le mie preoccupazioni su qualcosa che non sia la mia testa e quindi di alleggerirmi la giornata. La scrittura mette in ordine i nostri pensieri, man mano che ci prendiamo la mano ed è senza dubbio una sana abitudine.

Alla lunga, il tempo investito su queste riflessioni scritte porterà grossissimi benefici. Adesso farò un elenco e rimarrai stupita o stupito da quanti punti va a toccare:

  • Creatività: se sarai costante nella scrittura ti accorgerai che elaborerai nuove idee che prima non avevi considerato, nuovi schemi di pensieri e nuove soluzioni ai tuoi “problemi” da risolvere.
  • Disciplina: avendo un “compito” giornaliero, anche solo di 3 minuti, nel tempo allenerai il “muscolo della disciplina” e sarai soddisfatta/soddisfatto della costanza che hai.
  • Strategia: il diario può essere utilizzato come luogo in cui scrivere i tuoi obiettivi, i tuoi desideri, i tuoi sogni, e quindi, oltre a scrivere il “cosa”, potrai scrivere il “come” potrai arrivare a ciò che vuoi.
  • Memoria: scrivere un articolo di come la nostra memoria è a volte “limitante”, nel senso che ci scordiamo molto facilmente di alcuni accadimenti, positivi o negativi che siano, e questo porta ad avere false aspettative o falsi ricordi su un evento o una persona, che molto spesso sono guidati dall’emozione e non dal fatto oggettivo in sé.
  • Riduzione dello stress: scrivere ha una funzione terapeutica, che ovviamente non equivale ad un incontro col terapeuta vero e proprio, ma è lo stesso costruttivo. Quando scriviamo possiamo riflettere su ciò che è successo in una discussione, mettere per esteso su un altro contenitore le tue ansie e le tue preoccupazioni, senza farsi influenzare da giudizi esterni. In questo modo andrai ad alleggerire la carica emotiva conseguente ad un evento.

Questi sono diversi punti che andrai a sviluppare prendendo l’abitudine di scrivere, ma ovviamente i benefici sono potenzialmente infiniti.

Arrivata o arrivato a questo punto voglio darti qualche mio suggerimento personale di come e quando andare a scrivere sul diario e dirti il perché.

Come ho già detto, se investirai anche quei pochi minuti al giorno nello scrivere una riflessione su te stesso, su un accaduto, su ciò che ti pare e piace in quel momento, sarai sicuramente ripagato. Personalmente ho preso l’abitudine di scrivere al mattino, poco dopo essermi svegliato. Scrivo tutto ciò che mi passa per la mente, non superando i 5 minuti, altrimenti diventerebbe pesante e perderei la voglia. Ovviamente tu puoi scrivere quando è quanto vuoi, in genere posso dirti che lo scrivere ha ottimi effetti quando lo andrai a fare la mattina, la sera prima di andare a dormire e dopo un fatto di grande importanza.

Questo perché ?

Perché in questi momenti generalmente ci si sente più ispirati e ci si tende ad aprire di più con se stessi. Un altro aspetto di notevole importanza è il cosa e il come scrivere. Ebbene sì, è importante perché non si può non pensare, scriverò un articolo su questo. Quindi quello che posso dirti è che se non puoi non pensare è più utile essere consapevole dei tuoi pensieri e dirigerli, dargli appunto una direzione. Io generalmente quando scrivo tendo a manifestare le mie emozioni e i miei desideri, i miei sogni, per tenere sempre accesa la fiamma. Il fatto più interessante è che ognuno di noi nel tempo avrà un suo modo di scrivere: c’è chi scrive poesie, c’è chi disegna per manifestare le sue emozioni, c’è chi scrive lettere d’amore, puoi davvero scrivere a fare di tutto, ma l’importante è iniziare.

Ed è per questo che il mio invito è quello di provare, dandoti un tempo, e di farmi sapere come hai trovato questo esercizio condividendomi la tua esperienza. Sicuramente ne gioveremo entrambi.

Grazie per la lettura.

 

Lascia un commento